Spiaggia di Finikounda – Peloponneso

La spiaggia di Finikounda si trova presso l’ononimo paese del Peloponneso, precisamente nella regione della Messenia. La spiaggia di Finikounda è di sabbia rossastra con un mare dalle varie sfumature azzurro/blu.

Il paesino di Finikounda (a volte indicato anche come Finikounta) è un tipico paesino turistico greco con un bel litorale. Alcuni tratti di spiaggia, in particolare uscendo dal centro del paese, sono riparati da alcuni platani che fanno una bella ombra.

All’interno del paesino di Finikounda c’è una strada lastricata in pietra che costeggia tutta la baia. Su questa strada troverete decine di taverne tipiche, bar e negozietti tipici di souvenir. La maggior parte dei locali hanno l’accesso sia dalla strada che dalla spiaggia.

Troverete diversi stabilimenti balneari attrezzati, ma fate attenzione che soprattutto ad agosto non sarà facile trovare un ombrellone. Noi ne abbiamo acquistato uno in un negozio ai bordi della spiaggia. Nella zona sopra il piccolo porticciolo per barche da diporto è presente un ristorante arroccato su una piccola collina, da lì si gode di una bella vista sulla baia. Finikounda voto 7.5.

Spiaggia di Zanzibar vicino Methoni

Proseguendo da Finikounda in direzione di Methoni lungo la strada costiera, dopo qualche chilometro troverete le indicazioni per lo stabilimento Zanzibar Beach. Svoltando a sinistra arriverete in uno spiazzo sterrato alle spalle di un gruppo di ombrelloni, tenete la sinistra e proseguite sulla strada che costeggia il mare per circa 200/300 metri finchè la strada termina a ridosso della spiaggia Zanzibar beach, protetta sul fondo da una scogliera. La spiaggia è di sabbia, ci sono diversi ombrelloni ed una taverna sotto la scogliera. Il mare è molto bello con diversi riflessi di azzurro. Noi ci siamo goduti poco questa spiaggia a causa di un temporale improvviso arrivato all’ora di pranzo.
Zanzibar beach vicino a Methoni: voto 8 (peccato per il maltempo!).

Spiaggia di Kalogria – Penisola del Mani

La spiaggia di Kalogria è una spiaggia attrezzata che si trova tra il paesino di Kardamili ed il paese di Stoupa, nella penisola del Mani, una delle ‘dita’ che compongono il Peloponneso.

La spiaggia di Kalogria ad agosto è frequentata ma è abbastanza ampia, ci sono almeno cinquanta ombrelloni a disposizione. Non abbiamo avuto nessun problema per affittare due ombrelloni vicini (costo 5 per ombrellone e due lettini). Ai lati degli ombrelloni dello stabilimento c’è un tratto di spiaggia libera. La spiaggia è di sabbia chiara, l’acqua del mare di un bel color turchese, scende profonda abbastanza rapidamente. Nel mare sono presenti sorgenti di acqua dolce, con temperatura decisamente più fredda dell’acqua del mare…mentre fate il bagno ve ne accorgerete!

Più problematico può essere la ricerca del parcheggio lungo la strada. Noi abbiamo lasciato l’auto a circa 600 metri dalla spiaggia, nel piazzale di un supermercato all’incrocio tra la strada Kalamata-Stoupa e la piccola strada che raggiunge la spiaggia di Kalogria (troverete indicazioni per la spiaggia sulla destra della strada). Alle spalle della spiaggia sono presenti due trattorie e due bar. Purtroppo il panorama è rovinato da un ecomostro (ancora in costruzione, ma già in stato di forte abbandono) ben visibile mentre si fa il bagno.
Voto per la spiaggia di Kalogria 8/10.

Come raggiungere Kalogria da Kalamata

Una delle porte di accesso alla penisola del Mani è dalla città greca di Kalamata.

La strada da Kalamata a Kardamili è molto panoramica ma anche abbastanza impegnativa, visto che dopo qualche chilometro dal lungomare di Kalamata la strada sale lungo le pendici delle propaggini del massiccio del Tagete. Sono circa 20/25 chilometri di curve, controcurve, tornanti e saliscendi. Da Kalamata mettete in conto circa 40/50 minuti di strada. La strada attraversa una natura molto verde e rigogliosa, scordatevi i bassi cespugli di macchia mediterranea delle isole greche.

Spiaggia di Baia Delfinia – Penisola del Mani

La spiaggia di Baia Delfinia si trova nella penisola del Mani, una delle ‘dita’ del Peloponneso.

Superato l’abitato di Kardamili in direzione Stoupa dopo alcuni chilometri lungo la strada costiera abbiamo scorto sulla destra un cartello pubblicitario blu che indicava “Baia Delfinia”.

Bisogna lasciare l’auto in una piazzola sterrata a bordo strada e scendere per un centinaio di metri lungo una strada asfaltata un poco ripida. Scendendo lungo la strada si scorgono alcuni tratti della piccola baia, circondata da piante ad alto fusto molto rigogliose.

Non è certamente un paesaggio “tipicamente greco”, ma vale certamente la pena di estrarre la macchina fotografica e scattare a più non posso!! La strada in discesa porta ad un piccolo bar taverna con tavoli posti in posizione panoramica sulla baia. Dalla taverna poi tramite una scala si scende alla spiaggia. La spiaggia è di sassolini misti ad una sabbia rossiccia. Qui (ore 15) il mare non è azzurro/turchese ma è di un bel verde intenso, visto che riflette la vegetazione rigogliosa che circonda la piccola baia. Nonostante siamo nelle settimane centrali di Agosto non c’è molto affollamento e ci godiamo il mare fino alle 18.

Spiagge di Kardamili

Spiagge di Kardamili

Lungo la costa del caratteristico paesino di Kardamili – penisola del Mani – ci sono due spiagge molto belle. La più grande (e più vicina al centro abitato) è di sassi bianchissimi e mare di un bellissimo azzurro. La spiaggia è raggiungibile arrivando da nord imboccando una deviazione sulla destra all’inizio del paesino di Kardamili: troverete cartelli di legno con l’indicazione ‘Paralia/Beach” appena superato un piccolo ponte che porta in paese.

Kardamili beach

La strada che scende alla spiaggia all’inizio è un po’ tortuosa, poi però si allarga e costeggia il mare. Abbiamo poi trovato un vasto parcheggio a circa 800 metri dalla spiaggia (un ex campo da calcio circondato da alte piante). Molte altre auto hanno preferito proseguire verso la spiaggia e parcheggiare lungo la strada. Dietro la spiaggia sono presenti un bar ed una taverna. Una parte della spiaggia è attrezzata con ombrelloni ma la maggior parte sono prenotati. Ci siamo quindi posizionati all’ombra degli alberi alle spalle della spiaggia.

Il mattino il mare era splendido, meglio avere le scarpine da scoglio per accedere all’acqua e camminare su questi sassi bianchi che sotto il sole diventano roventi. il pomeriggio purtroppo sono sopraggiunte macchie di schiuma non ben identificata, quindi abbiamo preferito cambiare spiaggia.

L’altra spiaggia che si trova in questa zona è quella di Baia Delphinia (Delfinia) sulla strada che da Kardamili porta verso Stoupa.

Da Kalamata a Elafonissos

Molti turisti italiani che volano su Kalamata noleggiano poi l’auto per raggiungere l’isola di Elafonissos, a 170 km da Kalamata. Attenzione che per percorrere questi 170 km vi serviranno circa 3,5 ore d’auto.

Superata la città di Sparta (sui cartelli stradali indicata come Sparti) dovrete infatti superare l’asperità del massiccio del monte Tagete caro agli spartani. La quota più alta di questo monte è di 2560 metri. La strada che porta a Elafonissos per fortuna non sale fino a quella quota, ma sicuramente tra curve e tornanti sale oltre i mille metri.

Elafonissos è una piccola isola collegata alla terraferma da un traghetto abbastanza frequente che impiega circa 10 minuti per la traversata. Il traghetto consente di caricare anche le automobili.

La spiaggia di Syros ad Elafonissos è considerata una delle più belle spiagge del Mediterraneo.

Aeroporto di Kalamata

L’aeroporto di Kalamata si trova a circa 9 km dal centro città, collegato da una strada a scorrimento veloce.
L’aeroporto ha una zona civile ed una zona militare.
La parte civile è davvero piccola composta da una aerostazione e da un parcheggio davanti dove sono presenti anche i taxi ed i parcheggi delle auto a noleggio. Non aspettatevi quindi grandi servizi: una sala per gli arrivi ed una per le partenze, nell’atrio dell’aeroporto un piccolo stand con le informazioni turistiche, uno o due stand per il noleggio auto, un piccolo bar…per un veloce spuntino al banco, visto che non dispone di tavolini ed un box per le informazioni turistiche. Nella zona delle partenze sono presenti un duty free ed un altro bar (sempre senza tavolini).

Kalamata (Grecia) – informazioni utili

La città greca di Kalamata è facilmente raggiungibile durante il periodo estivo grazie al volo diretto Ryanair da Milano Bergamo (BGY) a Kalamata (KLX). La durata del volo è di circa 2 ore. Atterrare a Kalamata è molto comodo anche per coloro che vogliono visitare il Peloponneso. Qui è possibile trascorrere una vacanza all’insegna del mare e della cultura: Olimpia e Sparta non hanno certo bisogno di presentazioni. Altre cittadine storiche famose nella zona sono Koroni e Metoni, entrambe fondate dalla Repubblica di Venezia. Sono sorte intorno a due roccaforti veneziane costruite su promontori che consentivano di sorvegliare il passaggio delle navi. Nell’area del Peloponneso, tra le zone emergenti dal punto di vista turistico, abbiamo la ‘Costa Navarino’ o ‘Navarino Dunes’, dove sono presenti strutture alberghiere di lusso circondate da verdi campi da golf affacciate sul mar Ionio.

Voidokilia – l’omega in Costa Navarino

La spiaggia di Voidokilia è una delle spiagge più famose del Peloponneso e si trova nella zona della Costa Navarino. E’ caratterizzata dalla forma di omega ed il nome significa “Ventre di vacca”.

Per arrivare a Voidokilia dovrete prima seguire le indicazioni per Pylos – Costa Navarino Una volta giunti in questa zona per la località di Gialova e vi troverete in una zona di laghetti salmastri. Arrivati a Gialova troverete i cartelli (e scritte fatte con vernice e pennello su alcune costruzioni) che indicano Voidokilia . La spiaggia si trova oltre zona umida protetta da parco naturale, la laguna di Gialova.

L’ultima parte di strada all’interno della laguna è sterrata, ma percorribile con ogni tipo di auto (strada di sassolini bianchi). Si parcheggia lungo la strada.
Il mare qui ha molte sfumature di turchese e la spiaggia è bianca. Potrete trovare un poco di ombra sotto le piante di macchia mediterranea che troverete oltre le dune.

In spiaggia non troverete stabilimenti balneari attrezzati. Portatevi quindi provviste, ombrellone ma soprattutto l’acqua. Prima di entrare nella laguna vera e propria troverete tra gli ulivi qualche camion bar.
Alcuni scorci dove la scogliera scende a picco nel mare sono veramente molto suggestivi. Dall’alto della collina questa spiaggia presenta una forma di omega quasi perfetta.

Gialova – Golden beach

La spiaggia più famosa dopo la Spiaggia di Voidokilia si chiama Golden Beach (troverete indicazioni lungo la strada, insieme all’indicazione Gialova lagoon). Questa spiaggia è attrezzata con una ventina di ombrelloni di paglia ed un piccolo bar che fa anche musica. Noi l’abbiamo vista, bella ma non paragonabile alla spiaggia a forma di omega di Voidokilia.

Come detto Voidokilia la spiaggia a forma di omega è una delle più spiagge più famose del Peloponneso e si trova nella zona della costa Navarino.

Kalamata e le spiagge in città

Kalamata è una città di circa 70 mila abitanti e sorge sulla costa del mar Egeo, nel golfo di Messinia. Le spiagge si trovano tutte su lungomare Navarinou; sono presenti sia tratti di spiaggia libera che parecchi stabilimenti balneari dotati tutti di bar, taverna, musica e servizi o bar direttamente presso l’ombrellone. La spiaggia di Kalamata è quasi tutta di ciottoli ed è lunga qualche chilometro. L’acqua diventa profonda dopo pochi metri ed è pulita, in particolare lontano dalla zona del porto. In questi stabilimenti balneari di Kalamata capita spesso che non si debba pagare l’affitto di ombrellone e lettini ma si ha la consumazione obbligatoria. I prezzi delle consumazioni comunque non sono ritoccati verso l’alto per compensare il mancato introito dell’affitto dell’ombrellone. Ad esempio abbiamo pagato un toast con prosciutto e formaggio 2 euro, 50 centesimi la bottiglietta di mezzo litro di minerale, 3,5 euro una spremuta. Il lungomare Navarinou è anche il centro della movida serale. Qui si trovano decine di ristorantini sulla spiaggia, pasticcerie e bar per il dopocena, gelaterie, lunapark per i bambini, chioschi che vendono dal pallone alle sigarette. Anche nella zona della Marina troverete diversi ristoranti, alcuni di questi con vista sul mare e sugli yatch ricoverati nel porto. La Marina dista circa 1 km dal lungomare Navarinou, dalla quale è separata dalla darsena. Dovrete quindi rientrare di un isolato o due verso l’interno per andare dalla Marina al lungomare. Putroppo questa zona della darsena è un po’ malandata, ci sono vecchi magazzini del porto in stato di abbandono ed alcuni negozi hanno cessato la loro attività. L’80% dei turisti che incontrerete a Kalamata sono vacanzieri greci provenienti da Atene o da altre zone dell’interno. Oltre a loro presenti qualche Francese, qualche Inglese e pochi Italiani (stranamente anche ad Agosto!).

Pro e contro di una vacanza a Kalamata e d’intorni:

Pro
* Basso costo
* Spiagge belle dove spesso si pagano le consumazioni ma non ombrellone e lettini
* Locali alla moda sul lungo mare Navarinou a Kalamata
* parecchi negozi, bar e pasticcerie di buon livello

Contro
* Case che avrebbero bisogno di essere sistemate, quartieri periferici con palazzoni anni ’80, in periferia a Kalamata sono presenti capannoni non utilizzati per la crisi. * Le strade delle regioni della Messenia e della Laconia, con le spiagge più belle vicino a Kalamata, hanno delle strade molto tortuose. * La città di Kalamata non presenta un vero e proprio centro storico.
* Lo scorso anno ad agosto ha piovuto spesso, probabilmente il clima risente della presenza del monte Tagete, anche se l’agosto 2015 è stato anomalo in tutta la Grecia

Peloponneso cosa fare la sera

Serate e cene nel Peloponneso

Vi consiglio il lungomare di Kalamata per una cena in uno degli innumerevoli locali di Navarinou Street, il lungomare di Kalamata, centro della vita notturna. Qui troverete ristoranti tipici, taverne e bar all’aperto, pasticcerie, gelaterie, caffetterie, pizzerie, fast-food, parco giochi per i bimbi e qualche discoteca per i più giovani Altre taverne le trovate a Kalamata nella zona del porto turistico.

Nella zona interna del centro storico non troverete molte taverne. Questa zona è  parecchio frequentata all’ora dell’aperitivo,  visto ci sono diversi locali di tendenza, frequentati soprattutto da greci. In questa zona  arrivano anche parecchi turisti di ritorno dalle spiagge attratti da bei negozi anche di marchi internazionali. Ma già all’orario di cena tutti si spostano verso il lungomare e verso le 22 la zona del centro è semideserta.

Personalmente inoltre non ritengo che il centro storico di Kalamata abbia un particolare pregio architettonico,  unica eccezione un’antica chiesa ortodossa in pietra locale (Aghi Apostolos).

Sicuramente è più scenografico il mare del golfo di Kalamata, con il massiccio del monte Tagete sullo sfondo.

Se volete fare una cena alternativa di pesce d’acqua dolce ti consiglio di andare a mangiare le trote fresche da “Romanzta” che è un ristorante annesso ad  un allevamento di trote. Sfrutta i corsi d’acqua che scendono dalle colline alle spalle di Kalamata. Il luogo è molto verde e suggestivo e le sere d’estate è comunque fresco e ventilato. Si mangia all’aperto.

Vi giro il link dove trovi anche le informazioni per raggiungerlo: https://www.romantza-agiosfloros.gr/

Spero di esservi stato utile.

Andrea per conto di Kalamata e Peloponneso.

Spiagge Peloponneso

Peloponneso, le principali spiagge da vedere

In zona Pylos consiglio la spiaggia di Voidokilia (la spiaggia a forma di omega). Già che siete lì potete andare anche nella vicina spiaggia della laguna di Gialova (se non ricordo male indicata come Golden beach).

Altre spiagge da vedere in quella penisola (partendo da Kalamata in direzione Metoni) sono: la spiaggia di Petalidi, la Zaga beach, la spiaggia  ai piedi del castello di Koroni.

Potete visitare inoltre il paesino di Finikundas, con una breve via centrale di taverne che porta al porticciolo turistico e spiagge riparate dagli alberi e mare cristallino.

Infine partendo da Finikundas, prima di arrivare all’abitato di Methoni c’è la spiaggia attrezzata detta “Zanzibar beach”, dove vale la pena farci una sosta.

Per quanto riguarda la penisola del Mani consiglio Kardamili, Stoupa e Kalogria.

Lungo la strada da Kardamili verso Stuopa troverete l’indicazioni per Baia Delphinia. Vi consiglio una sosta. E’ una conca molto verde, c’è una taverna con tavoli vista mare all’ombra delle piante.

Potete scendere a piedi l’ultimo pezzo ed andare a farvi un bagno.

L’unica pecca è che la zona va in ombra presto già a metà pomeriggio, visto che la colline che circondano la baia sono abbastanza ripide.

Per quanto riguarda Elafonissos il mare è caraibico e la zona di presta ad una vacanza 100% mare perché nei d’intorni c’è davvero poco.

Sull’isola la sera la gente è tutta nei locali vicino all’attracco del traghetto. In alternativa c’è una bella taverna in collina.

Spero di esservi stato utile, Andrea